2.4 C
Berlino
lunedì, Dicembre 5, 2022

Land of the Vikings in prova: il problema più grande non ha nulla a che fare con la sua qualità

Follow US

80FansLike
908FollowersFollow
53FollowersFollow

Land of the Vikings è un gioco di costruzioni in stile Banished ambientato nell”alto nord vichingo. Il titolo Early Access gioca già abbastanza bene, ma ha un grosso problema.

Conosci Farthest Frontier, Foundation, Ostriv o Settlement Survival? Questi sono tutti giochi di costruzione Early Access con ambientazione medievale che ho testato ultimamente per GlobalESportNews E questi sono solo quelli in stile Banished. Lievi variazioni con altre impostazioni sono state apportate. Non è meraviglioso? Tanti giochi di accumulo! Meraviglioso, vero?

Sì e no. Sì, perché la costruzione di città fa parte del mio DNA dall”Anno 1503. E no, perché mi sono stufato dei cloni di Banished a metà. Con l”accento sulla parola “mezzo finito”. Perché tutti questi titoli, proprio come Land of the Vikings, hanno le loro idee, che sono buone, ma sempre e solo da indovinare. L”unica cosa che viene completata è di solito l”anello centrale del gameplay, che consiste nel costruire un piccolo insediamento. E questo è sempre lo stesso.

C”è quindi un motivo per cui dare una possibilità a Land of the Vikings? Il test GlobalESportNews fornisce la risposta.

Il set-up 101

Come di consueto nel genere degli strategici di costruzione con elementi di sopravvivenza, si inizia segnando alberi e pietre in modo che i lavoratori simulati individualmente possano mettersi al lavoro. Con legno e pietra, le api operaie, industriose e prive di volontà, costruiscono le proprie case e gradualmente creano un piccolo insediamento con gli edifici previsti: mercato, magazzini, collezionisti, cacciatori, pescatori, campi, mulini, falegnami, sarte e così via.

Rispetto a titoli simili, tuttavia, la gamma di occupazioni e beni è relativamente ridotta. Ma ci sono molte decorazioni. Potete usarli per dare al vostro villaggio un aspetto vivace con molta attenzione ai dettagli, soprattutto perché in Land of the Viking potete anche spargere oggetti di uso quotidiano per il villaggio. Ad esempio, un secchio, un carro trainato da buoi, torce, gagliardetti e barili.

 (La terra dei vichinghi è bella. Molte animazioni non sono ancora perfette, ma l''attenzione ai dettagli è inconfondibile)
(La terra dei vichinghi è bella. Molte animazioni non sono ancora perfette, ma l”attenzione ai dettagli è inconfondibile)

Se si posizionano alcuni di questi oggetti decorativi vicino a un edificio adatto, essi portano anche dei bonus. Uno spaventapasseri aumenta la resa di un campo, casse e barili aumentano la capacità di un magazzino e gli oggetti decorativi accanto alle case indicano che gli abitanti sono benestanti, il che li rende più felici.

La soddisfazione è attraente

Sebbene, naturalmente, anche la contentezza giochi un ruolo nella Terra dei Vichinghi. Se la gente è arrabbiata, meno persone si trasferiscono e se l”indice di gradimento scende troppo, sarete cacciati dal villaggio. Ma questo non mi è mai successo nella fase di test con il mio magnifico villaggio di Gemsta.

L”offerta di alloggi e abbigliamento, ad esempio, così come l”organizzazione dei festival e le vostre decisioni in occasione degli eventi, hanno tutti un”influenza sulla soddisfazione. Ad esempio, bisogna risolvere le faide familiari, anche se le punizioni sono piuttosto insensate. Dovrei decapitare qualcuno o mandare in esilio un”intera famiglia perché qualcuno potrebbe aver rubato un pugnale? Bene.

(Ogni tanto bisogna risolvere una controversia. Tuttavia, le opzioni sono di solito piuttosto insensate. Vuoi che giustifichi Harald perché potrebbe aver rubato un pugnale?
(Ogni tanto bisogna risolvere una controversia. Tuttavia, le opzioni sono di solito piuttosto insensate. Vuoi che giustifichi Harald perché potrebbe aver rubato un pugnale?

La terra trema, l”impulso no

A volte dovrete anche prelevare denaro (generato dalle vendite al mercato) dalla tesoreria del villaggio per aiutare le vittime di un terremoto, ad esempio. Perché sì, nella terra dei Vichinghi la terra spesso trema o scoppia un incendio che fa crollare alcuni edifici.

È una cosa piuttosto fastidiosa ogni volta, perché Land of the Vikings non è ben bilanciato al momento. Qui tutto è troppo lungo. Soprattutto, l”estrazione di risorse ostacola costantemente il progresso. Troppo spesso nel mio gioco di prova mi sono seduto davanti allo schermo e ho aspettato che un edificio fosse finalmente completato.

(La capanna è in fiamme! In caso di incendio o terremoto, i vichinghi possono solo guardare. Alla fine, bisogna ricostruire le case da zero, il che prolunga le già difficili fasi di costruzione)
(La capanna è in fiamme! In caso di incendio o terremoto, i vichinghi possono solo guardare. Alla fine, bisogna ricostruire le case da zero, il che prolunga le già difficili fasi di costruzione)

In teoria, quindi, ci sarebbe molto da fare. Gli abitanti dei villaggi hanno tutti un valore individuale in termini di fortuna, forza, velocità e intelligenza, che potete sfruttare attraverso lavori adeguati. Un uomo orso lavora particolarmente bene in miniera, Einstein meglio come costruttore navale e Gustav Gans con i pescatori.

Purtroppo, alla lunga il sistema diventa un po” fastidioso, perché bisogna spostare i lavoratori a seconda della stagione a causa dell”agricoltura. Ma se si estraggono le persone dalle loro mansioni ideali tramite il menu delle mansioni per la semina o il raccolto, in seguito bisogna riassegnarle faticosamente una per una.

(Con qualche torcia, il mondo sembra molto più accogliente di notte)
(Con qualche torcia, il mondo sembra molto più accogliente di notte)

Devi fare tutto da solo!

Generalmente, il gioco manca ancora di funzioni di automazione e comfort in tutti gli angoli e le estremità; una circostanza del tutto prevedibile in Early Access. Ad esempio, se un residente muore per malattia o per vecchiaia, l”edificio interessato visualizza semplicemente un messaggio. Invece di essere sostituiti automaticamente da qualcuno, bisogna farlo manualmente e, inoltre, tenere sempre d”occhio il villaggio. È facile non accorgersi di un rifugio per cacciatori lontano e vuoto. Allo stesso modo, macellare gli animali e raccogliere i campi diventa noioso a un certo punto.

(A seconda delle loro capacità personali, gli abitanti del villaggio sono più o meno adatti a svolgere i loro compiti. Sigrun qui è abbastanza fortunata e quindi può andare a pescare)
(A seconda delle loro capacità personali, gli abitanti del villaggio sono più o meno adatti a svolgere i loro compiti. Sigrun qui è abbastanza fortunata e quindi può andare a pescare)

Questi sono tutti problemi che si possono perdonare all”inizio di una fase di Accesso Anticipato. Ma mentre aspetto la lentezza angosciante della costruzione degli edifici, ho a disposizione la decorazione solo come attività ludica. E si possono mettere solo tanti barili in un piccolo villaggio.

I vichinghi omonimi potrebbero essere d”aiuto. Perché dove c”è scritto vichingo, c”è scritto anche guerriero e barca lunga. Ed è quello che fanno qui. Ma finché non si sblocca l”accesso alle navi mercantili e da guerra, ci vogliono ore.

Per capire quanto il gioco si trascini fino a quel momento, basti pensare che sono uno dei pochi ad aver inviato una truppa in un raid. Attualmente, solo l”1,3% di tutti i giocatori è riuscito a farlo.

(Si possono inviare navi per viaggi commerciali o spedizioni di razzia. Per farlo, è necessario un equipaggio e delle forniture. Tuttavia, l''azione si svolge solo nei menu)
(Si possono inviare navi per viaggi commerciali o spedizioni di razzia. Per farlo, è necessario un equipaggio e delle forniture. Tuttavia, l”azione si svolge solo nei menu)

Non c”è da stupirsi, perché prima bisogna avere molta fama. Si può ottenere completando le missioni (“Costruisci una taverna”, “Addestra cinque arcieri” e così via) e aumentando la popolazione. I punti fama vengono poi investiti in un albero dei talenti, che non dice in anticipo quali tecnologie arriveranno quando. Inoltre, è possibile sbloccare alcuni vantaggi, come lavorare l”1% più velocemente, correre il 5% più velocemente e simili. E poiché la fama si genera molto lentamente, troppo spesso non si progredisce.

(Nell''albero dei talenti si sbloccano nuovi edifici e bonus raccogliendo fama. L''idea è buona, ma ci vogliono secoli prima di poter costruire una taverna)
(Nell”albero dei talenti si sbloccano nuovi edifici e bonus raccogliendo fama. L”idea è buona, ma ci vogliono secoli prima di poter costruire una taverna)

I Vikings sono stati più pericolosi in passato

Quando finalmente potete mandare i vostri guerrieri per la loro strada, si scopre che le incursioni sono solo eventi testuali. E, stupidamente, anche qui l”equilibrio non è ancora ideale.

Dopo ore di preparazione, la mia nave da guerra con equipaggio completo non poteva fare nulla. Anche il villaggio più piccolo che conoscevo finora aveva un valore di difesa troppo alto. Avrei potuto invitare altri villaggi nordici a partecipare al raid, ma anche insieme non avevamo abbastanza potenza offensiva.

L”impresa si risolse quindi in un disastro, facendo scivolare la soddisfazione del villaggio nei sotterranei. E non solo. Anche la mia motivazione era sparita. Perché anche se avesse funzionato… cosa sarebbe successo? Allora avrei potuto ottenere risorse e denaro. Ma per cosa? Per poter costruire altre cinque case? Al momento non c”è nulla nel gioco che valga lo sforzo.

(Il ritorno dei viaggiatori. Che scena idilliaca! Peccato che gli aspiranti vichinghi siano stati presi a calci nel sedere mentre cercavano di saccheggiare il posto)
(Il ritorno dei viaggiatori. Che scena idilliaca! Peccato che gli aspiranti vichinghi siano stati presi a calci nel sedere mentre cercavano di saccheggiare il posto)

Ci sono troppe cose che mancano per ispirare a lungo

E rieccoci al tema di apertura. Land of the Vikings è bello e gioca bene all”inizio. Un po” di colonizzazione, di estrazione di risorse e di arredamento sono sempre possibili. Ma poi manca una sovrastruttura motivante.

I giochi di costruzione veramente belli e, soprattutto, finiti affascinano per l”abbondanza di cose che posso fare o offrono una sfida di qualche tipo. Può trattarsi di una lotta particolarmente dura per la sopravvivenza, della gestione logistica di enormi insediamenti o anche di un limite di tempo o di turno.

(Il villaggio sembra carino, ma è anche relativamente piccolo. La Terra dei Vichinghi non è fatta per le grandi città)
(Il villaggio sembra carino, ma è anche relativamente piccolo. La Terra dei Vichinghi non è fatta per le grandi città)

Ma Land of the Vikings al momento non offre nulla del genere e si unisce così a una lista sempre più lunga di giochi di costruzione incompiuti, tutti molto simili nel loro gameplay di base. Questo è il grande problema del titolo. Per questa fase del suo sviluppo, è un gioco solido da mettere nella vostra lista dei desideri di Steam. Ma con tutta la concorrenza, non ci sono quasi più motivi per giocarci. Perché quello che offre finora l”ho visto troppo spesso, almeno di recente.

Casella di valutazione preliminare


Land of the Vikings non merita davvero il mio atteggiamento di base negativo. Perché ciò che è stato offerto finora è solido come una roccia. Il prezzo di 20 euro è ragionevole e con qualche mese o anno di sviluppo può diventare una piccola perla edilizia. Ma al momento non mi entusiasma. Tutto ciò che fa il gioco dei Vichinghi l”ho visto troppo spesso di recente. Le spedizioni di saccheggio da sole avrebbero potuto dare al gioco un peso individuale, ma sono proprio queste a deludere nella forma attuale.

Quindi la mia opinione personale è: mettete Land of the Vikings nella vostra lista dei desideri se vi piacciono le immagini e l”ambientazione. Ma se volete giocare subito a un ottimo gioco di costruzioni in stile Banished, comprate Farthest Frontier. Finora è semplicemente migliore sotto tutti i punti di vista.

RELATED ARTICLES

Like a Dragon: Ishin! mostra un combattimento brutale in un nuovo trailer

È Kyo nel 1860. In una città afflitta dall'ingiustizia, un samurai cerca di vendicarsi e nel frattempo cambia il...

Non ha imparato dagli errori – L’odiata skin Pay2Win ora è anche in Warzone 2.0

Un'altra skin che rende i giocatori quasi invisibili in Warzone 2.0: la skin a pagamento dell'operatore di LA Thieves...

Dead Island 2: la vetrina degli zombie arriva per Babbo Natale

Ieri sera Deep Silver e Dambuster Studios hanno annunciato la presentazione di Dead Island 2. In questo, possiamo aspettarci...