Il passaggio di PUBG al free-to-play sta dando grandi frutti

0
335

La relazione fiscale di Krafton per la prima metà del 2022 conferma che il passaggio di PUBG: Battlegrounds al free-to-play è stato un successo.

PUBG: Battlegrounds è stato uno dei battle royales di maggior successo sin dalla sua uscita nel 2017. Sebbene il suo ruolo di battle royale più importante al mondo sia stato usurpato da Fortnite in tempi relativamente brevi, PUBG ha mantenuto il suo successo nel corso degli anni. Il tempo però erode il successo di tutti i giochi e all’inizio di quest’anno PUBG è passato al free-to-play per competere sul mercato in un modo nuovo. Secondo l’ultimo rapporto di Krafton, il passaggio di PUBG al free-to-play si è rivelato una scelta molto redditizia.

Krafton, l’editore di PUBG: Battlegrounds, ha recentemente pubblicato un rapporto finanziario per la prima metà del 2022. Il rapporto ha dichiarato 729,5 milioni di dollari di ricavi per questi sei mesi, un aumento del 2,86% rispetto all’anno precedente, ma 338,4 milioni di dollari di profitti netti, che rappresentano un aumento del 30,97% rispetto all’anno precedente. Certo, ben più della metà di questa cifra proviene dal settore mobile di Krafton, che comprende PUBG Mobile. Tuttavia, anche il lancio del free-to-play di PUBG: Battlegrounds ha portato a un miglioramento delle finanze.

Secondo il rapporto, il ricavo medio per utente è aumentato di oltre il 20% nel trimestre successivo al lancio di PUBG: Battlegrounds come gioco free-to-play. Se questo non fosse abbastanza impressionante, Krafton afferma anche che i nuovi account dei giocatori sono aumentati a un ritmo di oltre 80.000 nuovi utenti al giorno. Quindi non solo ci sono più giocatori che creano account per PUBG: Battlegrounds dal lancio del free-to-play, ma Krafton sta anche guadagnando di più per utente.

Quello che viene anche sottolineato è dove PUBG: Battlegrounds sta attirando il suo nuovo pubblico. Il 94% delle entrate di PUBG nel secondo trimestre del 2022 proviene da Paesi al di fuori della Corea del Sud, dove il gioco viene sviluppato e pubblicato. Questi mercati includono, naturalmente, gli Stati Uniti. Se l’obiettivo era quello di espandere il pubblico di PUBG nei principali mercati dei videogiochi, sembra che Krafton l’abbia certamente raggiunto.

Qualcuno potrebbe dire che il successo di Krafton con il lancio free-to-play di PUBG: Battlegrounds non è sorprendente. Dopotutto, si tratta di un successo comprovato, visto che è disponibile come gioco premium dal 2017. Tuttavia, molti giocatori di PUBG credevano che il gioco fosse ormai in via di estinzione. Il mercato è saturo e ci sono sempre nuovi battle royales alternativi da provare. Il lancio del free-to-play ha però fatto cambiare idea a molti. PUBG è ancora entusiasmante per molti giocatori di tutto il mondo.

Ora tutto ciò che Krafton e gli sviluppatori di PUBG devono fare è continuare a rendere PUBG: Battlegrounds un gioco che vale la pena rivisitare giorno dopo giorno. Ci si possono aspettare più pass per le battaglie, più aggiornamenti dei contenuti e tutto ciò che ci si aspetta da un gioco free-to-play con servizio live, quindi c’è ancora un potenziale per PUBG di tornare a essere il miglior battle royale del mondo.

PUBG: Battlegrounds è disponibile da oggi su PC, PS4, PS5, Stadia, Xbox One, Xbox Series X/S e dispositivi mobili.