Incredibile! Streamer sconfigge il boss di Shadow of the Erdtree senza usare le mani

0
18

Hai problemi a battere i boss di Shadow of the Erdtree con il solo controller? Date un’occhiata a cosa fa questo streamer

Pensi di aver visto tutte le sfide folli dell’Elden Ring? Tieni la mia birra per un secondo! Lo streamer britannico Perrikaryal ha fatto l’incredibile e ha sconfitto il primo boss di Shadow of the Erdtree senza mani.

Pensate di aver visto tutte le sfide folli dell’Elden Ring? Tieni la mia birra per un secondo! Lo streamer britannico Perrikaryal ha fatto l’incredibile e ha sconfitto il primo boss di Shadow of the Erdtree senza mani.

Potere del pensiero

Anche prima dell’uscita di Shadow of the Erdtree, la comunità dell’Elden Ring continuava a trovare modi creativi per aumentare ulteriormente il livello di difficoltà dei boss già estremamente impegnativi

I giocatori si superano a vicenda con una varietà di sfide che diventano sempre più curiose e impossibili. Le corse del pacifismo, in cui i giocatori non potevano causare alcun danno ai nemici, o giocare l’Anello di Elden fino al livello 1 in sole due ore, il cielo era il limite.

Ora la streamerPerrikaryalha portato a termine con successo una sfida completamente nuova e ha sconfitto il primo boss del DLC Elden Ring Shadow of the Erdtree senza mani. Utilizzando un dispositivo EEG (elettroencefalogramma), è riuscita a sconfiggere la Bestia Divina Leone Danzante usando solo i suoi pensieri.

Lunga strada

È stato un lungo viaggio e non è il primo tentativo della streamer britannica di sconfiggere i boss dell’Elden Ring usando solo il potere della sua mente; ha condotto i suoi primi esperimenti nel 2023.

Sul suo canale YouTube, spiega come funziona la tecnica sviluppata da lei stessa e come l’ha adattata nel tempo. A quanto pare, sia lei che il software sono stati migliorati e addestrati a tal punto da riuscire a portare a termine con successo la prima boss fight di Shadow of the Erdtree.

Come spiega Perrikaryal nel suo video, ogni comando del controller virtuale era collegato a un’azione nel suo cervello. Ad esempio, quando il suo personaggio in Elden Ring deve attaccare, immagina un oggetto che viene verso di lei. Se invece vuole che il suo personaggio schivi, solleva qualcosa nella sua mente.

  • Qualcosa sta venendo verso di me: Attacco
  • Sollevo qualcosa: Schivare
  • Qualcosa sta affondando nell’acqua: Usa oggetto
  • Inclinare la testa: Muovi il personaggio

Un esperimento simile è stato condotto dall’azienda statunitense Neuralink, in cui un uomo parzialmente paralizzato è stato in grado di giocare a scacchi e persino a Civilization VI con il pensiero. A differenza di Perrikaryal, però, in questo caso è stato utilizzato un impianto cerebrale e non un dispositivo EEG.